19.1.08

LA MINZIONE ONOREVOLE




ovvero IL CAMPIONATO ITALIANO DI PIPI'

All'inizio di ogni anno scolastico ,il Preside convoca il Collegio dei Professori ed ammannisce loro un fervorino inteso a rinverdire il sacro senso del dovere e ,tra le altre cose,a stabilire le regole di convivenza per l'anno a venire.
Cito testualmente dalla predica dell'anno.........(censurato)......
"non voglio vedere alunni nei corridoi...."
"non lasciate uscire i ragazzi durante l'ora"
"Il momento per andare al gabinetto è l'intervallo..."
",,e ricordatevi che se capita qualcosa o se qualcuno si fà male,siete soli di fronte alla legge.Quindi la responsabilità è vostra.Siete soli.Ricordatevelo "

Questi stralci sono sostanzialmente identici a quelli degli anni precedenti.Stavolta però abbiamo voluto fare alcuni esperimenti e la conseguenza dei nostri elaborati calcoli ( curati dai colleghi di matematica) , è la seguente lettera che riporto testualmente:

All'Ill.mo Sig.Preside della SMS .........di ............

i sottoscritti insegnanti di RO presso codesta scuola ,intendono con la presente ,portare all'attenzione della SV il problema bio-idraulico-disciplinare qui di seguito esposto:
I dati riportati si riferiscono al piano terzo dell'edificio che , come ella ben sa, conta 10 classi per il complessivo numero di 212 alunni , e num. otto servizi di cui 4 riservati ai maschi ed altrettanti alle femmine.Trascurando ottimisticamente il fatto che i bidelli addetti al piano,hanno chiuso uno degli 8 servizi per adibirlo ad armadio delle scope,oltrechè per loro uso personale, e dividendo quindi per 8 anzicchè per 7 il num.degli alunni , ogni vaso risulta fruibile da num.26,5 utenti.
Considerando che i divieti ,imposti da leggi e regolamenti , e ribaditi dalla SV ,non consentono a quanto pare,la minzione da parte degli alunni ,se non durante l'intervallo ,e che l'ipotesi di "chiudere un occhio " di fronte a casi di impellente necessità , permettendo agli alunni di recarsi ai servizi durante le lezioni, è caldamente sconsigliata oltrechè proibita,risultano a disposizione dei vuotanti vescica 600 secondi , essendo tale la durata della pausa mattutina.
Effettuando la divisione 600 : 26,5 = 22,6415 appaiono quindi fruibili da ogni mingente
num. 22 secondi e 64 centesimi per effettuare l'intera operazione ,compreso il tragitto di andata e ritorno dall'aula.
Non nascondiamo alla SV che tale cifra ci ha lasciati tanto perplessi che subito un gruppo di audaci insegnanti ,tutti volontarii , si è eroicamente offerto a far da cavia per una verifica sperimentale della questione.I tempi medi ottenuti , sono riassunti nella seg.tabella:

0' 00" partenza dalla cattedra
0' 26" arrivo al WC chiusura porta,
0' 36" sbottonamento,estrazione, start
1' 13" minzione
1' 36" sgocciolamento,abbottonatura,uscita
1' 49" arrivo alla cattedra

Come ella Sig.Preside può constatare, i tempi medi ottenuti dai volontarii, sono di gran lunga superiori a quelli pretesi.
Anzi ,nessuno,per quanto giovane ed in salute,nemmeno i nostri cari e spericolati colleghi di Educaz. Fisica dai corpi perfetti ,(i cui eroici comportamenti durante la sperimentazione , hanno ricordato quello di Fidippide dopo Maratona) , sono riusciti ad avvicinarsi al record preteso di fatto dalle disposizioni e a meritare l'alloro della Minzione Rapida.
E' da tenersi attentamente in conto poi , che i valori esposti si riferiscono alle prestazioni maschili,in quanto le colleghe hanno cortesemente opinato che le performances femminili siano gravate da handicapp quali l'abbigliamento ed alcune differenze anatomiche.Non si è in sostanza potuti arrivare a determinare ,con prove inoppugnabili,se sia più rapido per l'uomo sbottonarsi i pantaloni o per la donna , calarsi gli slip.

In conclusione , Ill.mo Sig.Preside, il distacco tra i tempi che di fatto pretendiamo e quelli realmente possibili è tale che risulta problematico il mingere nella legalità.Costringeremo dunque i giovani a chiedere deroghe e raccomandazioni fin dalla più tenera età?Alleveremo noi una generazione di piscioni a tradimento ?Sarà più facile il sesso che non il cesso? No : è l'ovvia risposta .Quindi,ne siamo convinti, la sperimentazione da noi effettuata riuscira' ad attrarre sul problema ,l' interesse delle Competenti Autorita' .
Anzi, poichè non ci risulta che la situazione nei gabinetti delle scuole italiane sia mai stata diversa dal 1946 in qua ,mentre mancano scritti o memorie che ci illuminino sulla gestione dei medesimi dal 1860 alla fondazione della Repubblica ,ci diciamo certi che la presente relazione, ove portata all'attenzione del Ministero, potrà segnare una importante svolta nel costume e nella storia d'Italia e rendere più onorevole e degna la minzione di tanti giovani cittadini.

5 commenti:

tontonlino ha detto...

Non dirmi che anche ad Albenga ci sono due categorie di insegnanti: quelli che fanno andare in bagno, magari due per volta, soprattutto le femmine, e quelli che non c'è niente da fare te la fai adosso denunciami? Ho già postato un raccontino sull'argomento (ladri a scuola)e quasi quasi stasera posto qualcos'altro. Quindi puntuale nel mio di blog. Il tuo è comunque fantastico.
Lino

Piervincenzo ha detto...

Incantevole, non c'è che dire. E complimenti anche per i poli-blog!

atopia ha detto...

Poveri alunni..
non c'è che dire questa scuola veramente li maltratta..non possono fare pipì,se non in orario..!cominciano ad indebitarsi alla tenera età di 13 anni..e nessuno lascia che l'onta del debito possa essere recuperata..!non possono più allearsi contro i professori..perchè ormai i professori sono dalla loro parte!non devono più sforzarsi di imparare..perchè sono gli obiettivi che si abbassano al loro livello..!non imparano a studiare..perchè sono i professori ad inventare nuovi metodi (audio-visivi) per aiutarli nell'apprendimento!non devono più scrivere..perchè i test sono a risposta multipla..!alla fine..cosa devono fare questi poveri ragazzi?la scuola è diventata una noia mortale..quella bella guerra dei ruoli che tanto ci stimolava..è finita.le colonne di ercole sono state abbattute..non c'è più limite da superare ..non c'è più stimolo!

giulia ha detto...

Sto facendo un giro qui da te ... storie di ordinaria follia scolastica, scritte però bene, mi pare. Torno dopo le vacanze ... sennò mi sembra di non avere staccato. ;)
Una collega.

Marina ha detto...

Un commento un po' in ritardo rispetto a marzo..
Leggevo su Focus che la minzione tra uomo e donna varia in tempistica, quella delle donne dura quasi il doppio, infatti in alcuni paesi del mondo esistono locali con piu' cessi femminili. Tempistica a cronometro circa 90 secondi.